Design promenade Orgatec 2018 – Prima puntata

Principali novità nei padiglioni 5,6 e 7

< Visita i padiglioni 8 e 9 |Visita i padiglioni 10-11>  |Vedi tutte le Foto

Si è conclusa da poco la manifestazione biennale dedicata al mondo dell’ufficio Orgatec 2018

La redazione di OfficeBit.com documenta la sua visita alla manifestazione attraverso la consueta design promenade: una passeggiata virtuale tra i padiglioni fieristici.

Ecco a voi la prima puntata di questo percorso:

Caimi Brevetti

Nel padiglione 6 della fiera, Caimi Brevetti si presenta con due novità principali: Speech e Met’All, risposte intelligenti che completano gli arredi degli spazi polifunzionali.

Speech, un innovativo sistema integrato di complementi di arredo, pensato per rispondere agevolmente alle necessità dei più diversi ambienti di lavoro e spazi polifunzionali: sale riunioni, sale corsi, ambienti coworking ed anche nelle sale dedicate alla ristorazione. Un design essenziale e rigoroso, materiali di grande robustezza e semplicità di manutenzione.
La collezione prevede lavagne in laminato, leggio accessoriabile,  portabiti stander e divisorio fonoassorbente. Lo stander può essere trasformato in divisorio applicando alla struttura il tessuto fonoassorbente Snowsound Fiber Textiles, il brevetto che negli ultimi anni si è rivelato un vero e proprio successo tecnologico dell’azienda.
Met’all, design Sezgin Aksu, il nuovo appendiabiti a piantana. Interamente in metallo, volutamente concepito come un oggetto di piccole dimensioni, si caratterizza per forme essenziali, linee nette, grande cura del dettaglio. Un appendiabiti che dichiara e sottolinea la natura del materiale con cui è realizzato, discreto per dimensione ma evidente e riconoscibile nella sua eleganza sobria.

Dieffebi

Progettare con un design accurato per promuovere una cultura del lavoro positiva e favorire relazioni di successo sul posto di lavoro è  la missione di Dieffebi che in occasione di Orgatec illustra la sua visione del mondo del lavoro del futuro in uno stand progettato in collaborazione con 967 architetti. L’intento è quello di dimostrare come sia possibile seguire gli ultimi trend continuando ad essere produttori di Smart Working sostenibile, mostrando come gli arredi, possano contribuire nella realizzazione di esperienze significative.

Tra i nuovi prodotti presentati in anteprima assoluta spicca T-Share, il tavolo di condivisione basato sul principio della modularità, inteso come riorganizzazione formale e aggregativa di necessità contemporanee. Il tavolo diventa un luogo attorno al quale non solo si lavora ma anchesi vive, nascono idee da brain storming e si stabiliscono relazioni costruttive.
La semplicità estetica del prodotto nasconde complesse modalità costruttive che consentono una flessibilità di utilizzo che oltrepassa la classica distinzione tra tavolo direzionale, operativo o da riunione.

Il connubio fra sicurezza e tecnologia, unito ad una sempre più grande attenzione all’estetica, è uno dei punti di forza degli Echo Lockers, il sistema di contenitori per uso personale ma condiviso dal concept costruttivo inedito, in grado di coniugare al contempo un’estrema funzionalità con un design accattivante.

Tecno

Tecno presenta a Orgatec nuovi scenari che ritracciano i paradigmi del lavoro, con un linguaggio che parla di flessibilità, personalizzazione, comfort. Arredi efficienti, responsive e allo stesso tempo accoglienti: a Colonia le nuove proposte multifunzionali dialogano con le icone attualizzate con finiture inedite, per raccontare il mondo Tecno e il suo modo di fare progetto. Muovendosi nello stand lungo il percorso di un ideale spazio lavorativo perimetrato dalle pareti W80, si incontrano soluzioni multiformi che suggeriscono opzioni di movimento libero, favoriscono modalità di collaborazione e incontro, incorporano necessità di struttura. I luoghi, le postazioni e i prodotti sono dotati di intelligenza pervasiva io.T – The Intelligence of Tecno e possono così connettersi tra loro per gestire servizi, attrezzature, gruppi e flussi di lavoro, migliorando il benessere complessivo degli utilizzatori.

Nello stand ci si muove tra l’area attesa, le meeting room e aree operative. Le attività che si alternano durante la giornata sono differenziate, così le proposte Tecno sintetizzano configurazioni utili agli scambi dinamici o alla concentrazione individuale e i nuovi prodotti confermano le caratteristiche di funzionalità e personalizzazione.

I cluster focalizzati sul lavoro organizzati con le workstation tool free Clavis abbinate a Linea, l’inedito sistema microarchitettonico riconfigurabile: i moduli sono piani d’appoggio o sedute occasionali, possono diventare partizioni o elementi per l’archiviazione e il contenimento. Tutti gli spazi dell’allestimento sono illuminati da Viabizzuno grazie a una collaborazione attivata tra i due brand e nelle diverse postazioni sono collocati punti luce controllati con il sistema io.T.

Vitra

Per l’edizione di quest’anno , Vitra si concenta sulla crescente convergenza tra mondo dell’ufficio e spazi pubblici, sintetizzata dal titolo ‘WORK’. Nello spazio espositivo saranno presentati prodotti Vitra nuovi e ormai familiari attraverso tre innovativi allestimenti per ufficio, ideati da Edward Barber e Jay Osgerby, Konstantin Grcic e Sevil Peach.

In un padiglione interamente dedicato a ‘WORK 2018’, Vitra presenta tre allestimenti che offrono nuove soluzioni per gli ambienti di lavoro contemporanei: ‘Shared Office’ di Barber & Osgerby, ‘Super Flexible Office’ di Konstantin Grcic e ‘Company Home’ di Sevil Peach.

Lo Shared Office sfuma i confini tra ufficio e spazio pubblico. All’interno di questo concetto, Soft Work é un nuovo sistema di divani modulare presentato per la prima volta in assoluto alla fiera Orgatec.
II concetto elaborato per il Super Flexible Office all’insegna della creativita, della comunicazione e dell’innovazione. Gli utenti possono riallestire personalmente l’ufficio con estrema facilita: tende di separazione, pareti divisorie mobili, mobili su ruote e sedie impilabili consentono di creare stanze di dimensioni differenti per una miriade di utilizzi nell’arco di pochi secondi. In Company Home, una combinazione di elementi crea un ambiente di lavoro armonioso, dando ai dipendenti una sensazione di benessere e offrendo varie soluzioni per lavorare, organizzare riunioni e rilassarsi.

Artek

Artek si concentra sul ruolo della Universal Wooden Chair nello spazio di lavoro contemporaneo, introducendo la nuova Atelier Chair di TAF Studio, rilancia Aslak Chair di llmari Tapiovaara e un aggiornamento di sedia 61 l di Alvar Aalto.

Nell’era digitale, la flessibilità nel contesto lavorativo è cruciale. Gli spazi devono soddisfare esigenze in continuo mutamento, offrendo aree fisse e temporanee per riunioni formali e pause informali. Questo sviluppo ha un impatto sulle aspettative dell’utente verso la vivibilità e la qualità dell’architettura dell’ufficio, così che i materiali naturali, le qualità informali e i design personalizzabili sono ora molto ricercati.

Impilabili, personalizzabili e realizzati con materiali naturali, le sedie in legno universale di Artek, sia i modelli classici che i nuovi, rimangono fedeli alle loro visioni e ai loro standard. Tutte le sedie presentate dal marchio finlandese ad Orgatec viaggiano agevolmente tra abitazioni private e spazi pubblici e dimostrano la compatibilità di design classici e contemporanei.

< Visita i padiglioni 8 e 9


Vedi le foto della fiera >

Share Button