L’ufficio del futuro secondo DVO

DVO apre le porte all’innovazione: ad Orgatec 2018 presenta novità di prodotto ed un nuovo percorso progettuale.

Le  nuove collezioni DVO spaziano a 360 gradi nei principali ambiti di interesse dell’azienda quali: serie direzionali, serie operative, tavoli meeting, sistemi di madie su barra, sistemi di pareti divisorie, sistemi di complementi acustici e sistemi di partizioni rivestite in tessuto.

In occasione di Orgatec 2018, DVO presenta anche i risultati di due workshop condotti con gli studenti dell’Università Iuav di Venezia, Corso di Laurea in Disegno Industriale e Multimedia e Corso di Laurea Magistrale in Design, e gli studenti del Sid (Scuola Italiana di Design di Padova). Tema dei workshop: The Future Office.

Enzo Berti, art director di DVO dal 2017, ci racconta il progetto: “Il confronto con giovani studenti ha permesso di lavorare a nuove prospettive progettuali da applicare al mondo dell’ufficio, per una lettura strategica di quelle che potranno essere le esigenze future di un settore che appare in continua trasformazione. Come emerso da queste ricerche, l’idea di ufficio nel prossimo futuro si orienterà sempre di più verso una dimensione domestica, con progetti che traggono ispirazione dall’abitare e dalla natura. Il luogo di lavoro sarà accogliente, in grado di offrire quella serenità che normalmente si vive a casa e che sicuramente porterà ad un miglioramento del livello produttivo e ad una più generale sensazione di benessere. Il progetto si applica a queste prospettive andando a definire spazi aperti e creando sistemi di arredo poliedrici e versatili, in grado di trasformarsi e assolvere a nuove funzionalità non strettamente legate allo svolgimento del lavoro ma connesse ad esempio al tempo libero.”

Questo è il punto di partenza di progetti che esplorano le nuove abitudini e i nuovi luoghi di lavoro, mettendo al centro il rispetto dell’individuo e dei suoi spazi. I due workshop, nati per proiettare l’azienda nel futuro, segnano il percorso e l’attività progettuale di DVO, per aggiungere in modo sistematico nuove proposte che andranno ad integrare e completare le attuali collezioni.

Ecco alcune delle proposte che l’azienda ha esposto nello stand:

DV300-C Zone e Refuge. Fonoassorbenza ad alto tasso di design. DV300-C Zone (partizioni fonoassorbenti) e DV300-Refuge (sedute) è un sistema fonoassorbente dall’alta flessibilità compositiva che copre a 360° le esigenze degli spazi lavorativi, composto da partizioni orientabili in ogni direzione per la definizione degli spazi, pouf e poltroncine lounge e piani di lavoro di diverse misure. Caratteristica identificativa dei pannelli DV300-C Zone: il moschettone in acciaio brevettato, ispirato a quelli usati nelle barche, con il quale sono agganciabili i diversi moduli.

DV504-Milo. Un sistema di madie su basamenti e contenitori pensili, agganciati ad una barra retroilluminata che ricorda la linea dell’orizzonte e contribuisce a conferire un senso di benessere all’ambiente ufficio. Gli elementi sono posizionabili liberamente sulla barra oppure possono essere appesi a parete (con appositi kit di ferramenta).
Materiali: melaminico; basamenti in metallo; barre in alluminio-LED composte da: estruso portante sul quale si agganciano i pensili e si integrano i LED e completato da carter a vista montato a scatto. I carter sono disponibili in diverse finiture derivate da: verniciatura a polveri, ossidazione o rivestimento in legno.

DV808-Porto. Una collezione di tavoli a razza alta e panche dal carattere piacevolmente essenziale e dal caratteristico dettaglio del giunto in presso-fusione in evidenza, pensata per aumentare la cifra stilisitca dell’ambiente lavorativo all’insegna della flessibilità e dell’adattabilità.

DV912-Boston. La forza di un dettaglio. DV912-Boston è una linea di tavoli direzionali: scrivanie e tavoli riunione che possono essere integrati con mobili di servizio e cassettiere. Caratterizzata dalle particolari gambe che possono essere orientate a piacimento.

Share Button