In visita alla sede di Ingenhoven Architects in Germania

Comodità e vivibilità sono le parole chiave attorno a cui è stato progettato il nuovo ufficio di Ingenhoven Architects a Düsseldorf, Germania.

Lo studio di architettura di Ingenhoven Architects (a Düsseldorf)  è noto per il suo approccio mentale aperto applicato ai concept di spazi ufficio.  Nel corso degli ultimi trent’anni ha progettato e costruito la sede di aziende come Lufthansa, Swarovski e Google.

Per questo, ha costantemente e attentamente esaminato come le persone lavorano e ciò che crea una buona atmosfera lavorativa.

Secondo Ingenhoven, la precedente sede dello studio era un troppo contorta. Per la nuova sede, si è seduto con i consulenti e lo staff per pianificare il proprio concept – dalla luce agli arredi.

gli uffici di Ingenhoven Architects
Gli uffici di Ingenhoven Architects

Il nuovo ambiente è stato concepito come un unico ambiente spazioso.

Le camere con soffitti alti non hanno supporti visibili e permettono una vista ininterrotta attraverso tutto l’ufficio. In tutto lo spazio, è possibile trovare i modelli delle realizzazioni dello studio, che fungono da riferimento per visitatori e per il personale. Il lungo tavolo di lavoro rompe ogni forma di isolamento e svolge due funzioni: lavoro flessibile e un senso di comunità.

Per Ingenhoven, l’ufficio è molto più di uno spazio di lavoro statico: “La più grande sfida artistica in architettura è  la creazione di uno spazio pubblico in cui le persone si sentano a proprio agio. Dove possano essere felici e lavorare bene.”

gli uffici di Ingenhoven Architects
Il lungo tavolo che attraversa tutto l’ufficio

Questo è il concetto chiave utilizzato per la nuova sede di Ingenhoven Architects: comodità e vivibilità. Nulla è lasciato al caso: scrivanie, le sedie, poltrone e qualsiasi altro oggetto utilizzato… tutto è studiato per ottenere il massimo comfort.

Agli architetti piace molto circondarsi di alcuni tipi di mobili e con certi tipi di oggetti. Oggetti che parlano e che mandano segnali. Una lingua che parliamo.” Conclude Ingenhoven.
“La bellezza non è mai un punto di partenza ma il risultato di un processo e di scelte fatte bene.”

seduta da ufficio Physix Chair
Physix Chair, Alberto Meda per Vitra

 

Immagini: Max Brunnert
Fonte: Vitra.com

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>