Giardini di Porta Venezia a Milano

Developer: Disano Illuminazione e Comune di Milano

Località: Milano

Cliente: Comune di Milano

Prodotti utilizzati:

I giardini di Porta Venezia rappresentarono per i cittadini milanesi il primo parco ad uso pubblico in cui potersi svagare e rilassare. A poca distanza dal quadrilatero della moda, essi si estendono su un vasto rettangolo delimitato da corso Venezia, via Palestro, via Manin e i bastioni di Porta Venezia. Nel 2002 sono stati rinominati “Giardini Indro Montanelli” per onorare la memoria dell’illustre giornalista e saggista italiano.
Fu l’architetto Giuseppe Piermarini a curare il loro progetto nel 1784, ispirandosi ai canoni estetici illuministi di razionalizzazione dello spazio in stile francese, che ben si rispecchia nella disposizione geometrica delle aiuole e nell’allineamento prospettico dei viali alberati. Allo stile neoclassico si ispirano anche i vasi che si alternano alle cancellate. Con un’impostazione decisamente più complessa, nel 1862 vennero inaugurati i Nuovi Giardini pubblici, opera dell’architetto Giuseppe Balzaretto: due nuovi giardini, quello a nord in stile pittoresco e quello a sud in stile paesaggistico, integravano armonicamente il secentesco Palazzo Dugnani allo spazio circostante.

Alla fine dell’Ottocento risale l’ultimo significativo intervento, messo in atto dopo le conseguenze del decennio delle esposizioni (1871-1881): il progetto dell’architetto Emilio Alemagna previde, tra i lavori più rilevanti, l’ampliamento del laghetto e la sostituzione della scalinata del Piermarini con una doppia rampa di scale di accesso ai Bastioni.

I giardini accolgono importanti edifici, quali il Museo Civico di Storia Naturale, progettato nel 1892 da Giovanni Ceruti; il Planetario Ulrico Hoepli, progettato nel 1929 da Pietro Portaluppi e numerose opere artistiche ispirate a personalità del XIX secolo, oltre che la recente statua che Vito Tongiani ha dedicato a Indro Montanelli.
Ultimamente i giardini sono stati risistemati e, per garantire una maggiore sicurezza ed un ambiente più familiare ai visitatori, è stato realizzato il nuovo impianto di illuminazione con i prodotti Astro firmati Disano. Sono proiettori creati per sfruttare appieno le potenzialità insite nelle sorgenti Led: elevato rendimento, ottima resa cromatica e risparmio energetico senza precedenti. Una luce, quindi, in cui la tecnologia tutela il benessere e la sicurezza dell’ambiente e dei suoi abitanti.

Share Button