La nuova sede Cisco di Vimercate (Mi)

Trasparenza, luce, colore ed ecologia

LA SCELTA DELLA SEDE E GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO

01_scelta_sede_710X0

Nel 2006 Cisco ha avuto la necessità di trovare una sede che rispondesse alle maggiori necessità di spazio, che fosse più funzionale e che rappresentasse al meglio la propria immagine.
Di fronte ad alcune possibili soluzioni proposte da società di Real Estate, la società ha voluto anche coinvolgere tutti i propri dipendenti e collaboratori per individuare la scelta più idonea.
La scelta definitiva è caduta sul Palazzo Acero, un edificio esistente di 7 piani e 5.000 mq di superficie situato all’interno del centro direzionale Torri Bianche di Vimercate.

L’incarico del progetto è stato dato a Progetto CMR che aveva già progettato gli uffici della vecchia sede di Vimercate, gli uffici di Roma e il campus di Cisco Photonics a Monza e con cui vi è sempre stato un rapporto di collaborazione molto stretto ed estremamente sinergico.

Considerando che l’area scelta, di recente edificazione, è composta da tre edifici tra loro identici affacciati su una piazza, uno dei principali obiettivi del progetto di completamento delle opere interne richiesto a Progetto CMR è stato quello di creare un’identità visiva chiara e definita per aumentare la percezione dell’azienda Cisco e facilitare la comprensione delle caratteristiche e dei servizi che essa offre, oltre a consentire all’utente di emergere dal contesto in cui l’edificio è inserito.
Non potendo intervenire sulla struttura dell’edificio, il progetto di interior si è comunque spinto e rivelato anche all’esterno. Trasparenza, luce e colore sono gli elementi dominanti. La trasparenza consente a chi è all’interno di godere del panorama esterno e di una completa illuminazione naturale e, per chi è fuori dall’edificio, di sentirsi un po’ parte di esso, una sorta di spettatore delle attività che vi si svolgono.
I colori istituzionali, il rosso e il blu, e le conseguenti nuance di abbinamento proposte da Progetto CMR, beige, carta da zucchero e grigio, caratterizzano i volumi cubici realizzati con pareti vetrate in ciascuno dei cinque piani operativi.
Questa scelta, oltre a comunicare l’evidente propensione all’apertura di Cisco, ha reso l’edificio unico e  riconoscibile sia dalla piazza antistante che dalla tangenziale.

Alla base di questo progetto c’è anche la continua e ripetuta riproposizione del brand identity attraverso i simboli che rappresentano i valori portanti dell’azienda; comunicazione, human network, tecnologia e interazione sono stati tradotti in concetti di uso dello spazio progettato per creare una nuova sede in cui gli impiegati si possano identificare, una sede che permetta alle persone di interagire tra loro e con l’edificio.

7 PIANI CONFORTEVOLI E COLORATI

02_piani_confortevoli_colorati_710X0cisco

Così come ogni piano è caratterizzato in modo forte e sintetico da un colore, allo stesso modo, per agevolare la comunicazione e i flussi di lavoro, ogni piano è dedicato a funzioni tra loro affini e complementari.

Il piano terra, aperto sulla piazza, è interamente dedicato all’accoglienza di ospiti e clienti. Ospita principalmente tre ambienti: la reception, in posizione centrale, l’e-Café alla sua destra e la Multi Purpose Room, la sala multifunzionale riconfigurabile, sul lato opposto.
La reception è un ambiente a doppia altezza luminoso ed essenziale che trasmette immediatamente  l’immagine aziendale e consente a chi entra di percepire le attività che si svolgono all’interno dell’edificio. Al centro del volume la lampada-scultura, realizzata con corpi luminosi cilindrici di altezze diverse, raffigura il marchio di Cisco, mentre sulla parete di destra è serigrafato a caratteri cubitali il logo istituzionale “the human network effect”, che sintetizza il modo in cui le persone vivono, lavorano, giocano e imparano insieme proprio grazie alle soluzioni innovative proposte da Cisco.
L’e-Café è il luogo che rappresenta perfettamente lo spirito di accoglienza di Cisco. Posto sul lato destro del piano, accessibile direttamente dalla reception e completamente vetrato verso la piazza antistante, è un ambiente elegante e informale al tempo stesso in cui i dipendenti accolgono e interagiscono con i loro ospiti.
La Multi Purpose room, la sala multifunzionale riconfigurabile, sul lato sinistro del piano terra, è un ambiente estremamente flessibile in cui vengono organizzati seminari, corsi e incontri con persone esterne all’azienda. Vetrata su tre lati ma completamente oscurabile, può essere suddivisa in due a seconda delle necessità e del numero di presenze, grazie ad un sistema di parete manovrabile estremamente funzionale.

Il primo piano è un’area clienti in cui si trovano il Remote Technical Briefing Center, una sala Telepresence etre Medium Conference room.
Il Remote Technical Briefing Center è il luogo in cui i clienti possono assistere a presentazioni di prodotti e nuovi sistemi che in realtà sono preparati nella sede centrale di Cisco e che, grazie proprio alle moderne tecnologie di comunicazione dell’azienda, possono essere osservate da remoto nella nuova sede di Vimercate senza dover affrontare lunghi viaggi.
La sala Telepresence (Telepresence è l’innovativo sistema brevettato da Cisco per organizzare riunioni virtuali “di persona” utilizzando le piùavanzate tecnologie video, audio e interattive) consente di organizzare riunioni reali tra persone che si trovano in luoghi distanti anche migliaia di chilometri tra loro.
Le Medium Conference room sono dotate delle più moderne tecnologie di comunicazione e presentazione, sono estremamente funzionali e flessibili; hanno dimensioni e tavoli allestiti in modo differente per soddisfare ogni tipo di esigenza,dalle riunioni operative ai corsi, dai lavori in team alle dimostrazioni.

Al secondo piano si trova il Customer Briefing Center. In questa area vengono dimostrate ai clienti executive tutte le possibili applicazioni, sia corporate che domestiche, dei prodotti e dei servizi offerti da Cisco.
Il bancone luminoso della reception al piano, l’allestimento colorato della zona attesa e i monitor retroilluminati con colori vivaci, dove scorrono presentazioni con contenuti video “on demand”, creano un ambiente decisamente brillante ed accogliente.
Da questa zona si accede alla Connected Home, un ambiente in cui viene proposta una visione di casa del futuro, e al Demo Circle, una sala semicircolare a fortissimo impatto visivo dedicata ai clienti executive.
Sul lato opposto del piano ci sono due Medium Conference room e una sala Telepresence CTS3000.

Il terzo piano è il primo dei cinque operativi. Qui si trova la break area dedicata al ristoro, al relax e allo svago dei dipendenti grazie anche all’installazione di una piattaforma Wii. È anche un luogo di incontro piacevole e informale, che riprende il design dell’e-Cafè.

Dal terzo al settimo piano vi sono le attività operative dell’azienda. In tutti questi piani lo schema planimetrico prevede una zona open space lungo tutto il fronte sud dell’edificio e la presenza di cinque volumi colorati distribuiti longitudinalmente lungo i piani a separare la zona open space dal corridoio di distribuzione da cui si accede ai vari locali di servizio e alle sale riunioni organizzate sul lato nord.
Nei piani operativi prevale l’uso di materiali come il vetro colorato e l’alluminio, di elementi di arredo chiari e complementi dai colori vivaci, e la scelta di organizzare il lavoro in modo flessibile all’interno di un open-space estremamente luminoso.

Le postazioni di lavoro, sia quelle dedicate che quelle in sharing, ovvero condivisibili tra più dipendenti che  non sono sempre presenti in sede, sono distribuite nello spazio in modo estremamente razionale e sono suddivise in gruppi funzionali da mobili contenitori. In questo modo lo spazio risulta facilmente riconfigurabile ogni qualvolta si dovessero presentare nuove necessità distributive.
Gli spazi aperti sono delimitati e scanditi dalla presenza di cinque volumi colorati che ospitano le Audio Privacy Room all’interno delle quali si possono organizzare piccole riunioni o lavori in team.
Gli elementi fissi come i servizi igienici, le aree copy, i coffee point, le Quiet Room, le Medium Conference sono stati organizzati nel lato nord dell’edificio, a ridosso del corpo scale-ascensori.

Un progetto di organizzazione degli spazi decisamente innovativo soprattutto sotto il profilo umano perché la scelta vincente di Progetto CMR è stata quella di saper interpretare il modo di lavorare di Cisco e di comprendere le esigenze dei suoi dipendenti.

L’ ILLUMINAZIONE, GLI ARREDI E GLI ALLESTIMENTI

03_illuminazione_arredi_allestimenti_710X0cisco

Oltre al massimo sfruttamento della luce naturale, è stata dedicata grande attenzione allo studio illuminotecnico di tutti gli ambienti di lavoro. Fedeli alla propria politica ambientale e convinti che l’eco-compatibilità debba diventare una scelta quotidiana, Cisco ha scelto di adottare corpi illuminanti a basso consumo energetico che garantiscono all’interno di ogni ambiente il giusto livello di illuminazione.
E’ stato previsto un sistema di dimerizzazione dell’illuminazione, così che ciascuno possa regolare il livello in base alle effettive necessità, contribuendo così al risparmio energetico.

La scelta di tutti gli arredi è stata operata secondo logiche legate alla praticità, alla qualità, alla coerenza con l’immagine e la filosofia aziendale e, ancora una volta, all’eco-sostenibilità.
Le postazioni di lavoro sono composte da sistemi di tavoli concepiti appositamente per ambienti condivisi, la cui struttura consente di agganciare in modo flessibile i piani di lavoro con finitura in acero chiaro, screen e paretine divisorie rivestite in tessuto, oltre a garantire una facilità di cablaggio e di composizione di più desk.
Le sedute operative, utilizzate anche nelle sale riunioni e nelle Audio Pricacy  Room, offrono eccellenti prestazioni ergonomiche; si tratta di un prodotto realizzato in buon parte con materiali riciclati, riciclabili a loro volta per il 99%.
I contenitori utilizzati a servizio di tutte le postazioni nell’open space, sono mobili estremamente flessibili: possono essere liberamente composti a seconda delle esigenze e concorrono a suddividere e a definire gli spazi.
Le pareti divisorie, con cui sono realizzati anche i box chiusi di ogni piano, si basano su un sistema strutturale in profilati di acciaio, che consente l’integrazione con impianti e accessori, e da tamponamenti in vetro sia trasparente che verniciato in diversi colori.
Nelle aree dedicate al break, agli incontri informali o ai momenti di relax, sono stati previsti elementi di arredo dal sapore decisamente domestico.
I banconi reception, così come i banconi bar dell’e-Cafè e della Break Area sono stati realizzati su misura.

La dimensione e la complessità dell’edificio ha richiesto l’utilizzo di un sistema segnaletico chiaro ed  efficace per individuare immediatamente i percorsi, gli ambienti e i servizi. Caratterizzati da un design estremamente pulito, offrono una efficace soluzione alle esigenze di comunicazione visiva del building.

Per garantire il miglior comfort all’interno di tutti gli ambienti di lavoro, è stata posta grande attenzione al controllo dell’acustica e della luce naturale. Negli open space, nella Audio Privacy Room e nelle sale riunioni,
è stato adottato un sistema di controsoffittatura a pannelli metallici con superficie micro perforata, che offre ottime prestazioni come regolatore del suono eliminando il problema delle onde stazionarie e garantendo nel contempo un ottimo risultato estetico. Nel controsoffitto sono inseriti anche il sistema di illuminazione generale, e i ventilconvettori per la distribuzione dell’aria condizionata.
La scelta di utilizzare la moquette come materiale di rivestimento della pavimentazione negli ambienti di lavoro ha ulteriormente contribuito all’abbattimento del rumore, un problema altrimenti fastidioso in uffici che prevedono la presenza di così tante postazioni. In tutti i locali del piano terra e nella Break Area è stata invece utilizzata una pavimentazione in gomma, sicuramente più adatta laddove è previsto il passaggio di un maggior numero di persone.
Tutte le superfici vetrate sono state attrezzate con un sistema di oscuramento composto da tende a trazione verticale che fungono da perfetta schermatura solare e di protezione.

GLI IMPIANTI

04_impianti_710X0cisco

Il comfort ambientale è un elemento che non può mancare all’interno di un moderno edificio, la quadrupla esposizione e le grandi superfici vetrate oltre che a rendere lo spazio aperto verso l’esterno hanno problematiche diverse secondo le stagioni e dell’irraggiamento solare.
Per garantire il benessere degli occupanti il sistema adottato è quello ad espansione diretta del tipo VRV,
vale a dire a volume variabile di refrigerante. Il sistema economizza a monte la produzione d’energia termica/ frigorifera garantendo economia di servizio. Un ricercato sistema di recupero calore riesce a gestire  internamente ed in contemporanea le richieste di riscaldamento e di refrigerazione ottimizzando sia l’efficienza totale sia i consumi energetici.
L’aria di rinnovo per gli ambienti utilizza un recuperatore entalpico in grado di scambiare calore sensibile e latente tra l’aria espulsa e quella immessa ottimizzando la spesa energetica.
Vero fiore all’occhiello dell’edificio è il sistema d’acqua fredda industriale che garantisce il raffrescamento dei locali tecnici dell’edificio vero centro nevralgico di tutte le comunicazioni ed i collegamenti “rete” di tutta Cisco.
La rete strutturata a stella prevede un importante Building Distribution affacciata sulla reception d’ingresso che sembra dominare e controllare tutta la vita che scorre sotto di sé.
A completamento del sistema di cablaggio trovano posto nelle aree meno nobili dell’edificio le Floor distribution dalle quali si diramano tutte le linee che portano i flussi per il VOIP (voice over IP) ed i dati.
Cisco utilizza dei terminali voce molto evoluti, oltre le “normali” funzioni di un videotelefono sono configurabili dall’utente che li sta utilizzando, possono controllare sempre tramite rete un’innumerevole quantità di  terminali quali quelli di condizionamento, comandare il livello d’illuminazione e tutte le funzioni della moderna
domotica. Per garantire tutte le funzionalità sopra descritte i sistemi hardware devono essere in un ambiente stabile di temperatura ed umidità affinché le prestazioni siano sempre ottimali a qualsiasi livello d’utilizzo.
Il sistema di raffrescamento delle sale tecnologiche prende origine da due unità frigorifere poste sulla copertura dello stabile dotate di batterie per il free cooling, capaci di scambiare direttamente il fluido  refrigerante con l’aria esterna, questo garantisce un risparmio energetico del 30% sui consumi totali.
In accoppiamento al free cooling è stato installato un software di gestione dei carichi interni che modula la temperatura del fluido in base alle effettive richieste delle singole zone garantendo sempre un’ottima economia di servizio. Il sistema è in completo backup per garantire le prestazioni ottimali anche in caso di guasto di uno dei suoi componenti.

CREDITS

Località
Vimercate (Monza e Brianza)
Centro Polifunzionale Torri BiancheProgetto
Interni nuova sede Cisco SystemsCommittente
Cisco Systems Italy

Client Representative

Flaminia PellegriniCronologia
Progetto: Giugno-Novembre 2007
Realizzazione: Dicembre 2008Destinazione d’uso
Uffici

Progettisti
Interior Design by: Progetto CMR Massimo Roj Architects
Client Leader: Massimo Roj
Project Leader: Tiziano Betti
Design Leader: Maurizio Melchiori
M&E: Claudio Panichi
Coordinamento Sicurezza: Roberta Destefani
Design Team: Rosanna Cicolella, Darren John DeGood, Yipin Han, Caterina Lastrico, Laura Noriega, Elena Pepe.

Servizio fotografico: Beppe Raso

www.progettocmr.com

Share Button