Pomezia Light Festival 2018. Verso un futuro più smart e “luminoso”

Dal 21 al 23 settembre | Pomezia (RM)

Dal 21 al 23 settembre torna l’appuntamento con il Pomezia Light Festival, la manifestazione di light art fortemente legata al territorio, organizzata da Opificio in collaborazione con il Comune di Pomezia.

Sarà la Smart City il tema di questa seconda edizione: la necessità di riappropriarsi della relazione con lo spazio cittadino si traduce così in una tre giorni di opere luminose che ridisegneranno le strade della città, neutralizzando ogni distanza tra artista e fruitore, entrambi attori protagonisti sul terreno comune dello spazio urbano. Il fine è dunque quello di produrre arte sul territorio, per il territorio e con la cittadinanza fino a generare un vero e proprio intervento di rigenerazione urbana attraverso azioni di recupero e riqualificazione del patrimonio edilizio preesistente.

Il programma del Pomezia Light Festival prevede 23 artisti (di cui 7 internazionali), 13 interventi artistici, 1 chilometro e mezzo di percorso per oltre 1000 metri quadrati di luce, il tutto suddiviso in 3 sezioni:

AroundTheCity, dedicata a interventi sulla città quali digital performance, live media performance, video teatro, video installazioni, installazioni luminose, light art, light design, digital art;
EyesUpTower, tesa a raccogliere esclusivamente proposte di video mapping o live mapping sulla Torre Civica, fiore all’occhiello di Pomezia;
FunAtBeach, sezione dedicata alle live performance, con un occhio di riguardo per AV performance, live cinema, VJing.

Una grande programmazione anche per le ore diurne, durante le quali lo Smart Village, ovvero la piazza dedicata allo scambio di esperienze e conoscenze, ospiterà incontri, workshop e masterclass coinvolgendo artisti, studiosi ed esperti in materia luminosa.

“Coniugare cultura, arte, turismo e nuove tecnologie è una sfida che Pomezia può vincere” ha dichiarato il Sindaco Adriano Zuccalà. “Un evento che vogliamo diventi un appuntamento annuale per il nostro territorio e che crediamo possa coinvolgere sempre di più cittadini, turisti, attività commerciali e strutture ricettive”.

www.pomezialightfestival.it


Fonte articolo: https://www.professionearchitetto.it

Share Button