La luce che crea un’atmosfera confortevole in ufficio

Nimbus ha realizzato un nuovo sistema di controllo della luce che sfrutta l’interconnessione wireless tra le lampade a LED.

Non lontano da Stoccarda, la località di Esslingen è stata interessata da un’importante trasformazione in termini di pianificazione urbana. L’area è stata teatro di una riqualificazione della vecchia stazione merci e dell’area industriale a essa adiacente.

In questo contesto, in un’ampio terreno di forma triangolare, stretto tra la linea ferroviaria, la strada e i terrazzamenti coltivati a vigneto, sorge un edificio trasparente dalle forme sinuose che ospita gli uffici della divisione regionale Neckar-Fils.

Si tratta chiaramente di una situazione territoriale complessa, che tuttavia non ha impedito allo studio di architettura fritzen 28 di dare vita a un edificio straordinario in grado di conciliare le richieste del cliente e le particolari condizioni locali traducendole in un concetto architettonico ed energetico unico.

Una pompa di calore fornisce l’energia necessaria a riscaldare e raffrescare gli ambienti grazie a un pozzo sotterraneo, mentre un sistema di soffitti attivi e sprovvisti di pannelli regola la temperatura interna. Il sistema di ventilazione meccanico a dislocamento sviluppato e testato in collaborazione con Transsolar immette l’aria proveniente dall’esterno attraverso le aperture presenti nei pavimenti, le finestre possono essere aperte manualmente e l’aria utilizzata viene espulsa tramite gli scambiatori di calore installati nell’atrio.

Cooperando con il sistema di oscuramento e l’installazione a tripli vetri, il sistema di illuminazione aiuta a diminuire in modo significativo il carico di raffreddamento. L’illuminazione dell’edificio infatti si basa esclusivamente su soluzioni a LED che richiedono un corrispettivo energetico pari a sei watt per metro quadro di pavimento utile. Ciò è reso possibile in parte grazie al sistema di controllo della luce basato su uso e luminosità naturale.

Nimbus, azienda di Stoccarda pioniera nell’impiego della tecnologia LED, ha fornito non solo le lampade, ma anche l’innovativo sistema di controllo di luminosità.

WIRELESS IQ – UN DISPOSITIVO DI CONTROLLO DALLE DIMENSIONI DAVVERO RIDOTTE

Le spettacolari soluzioni di illuminazione sospesa di forma circolare della serie Modul R Project illuminano l’atrio di questo edificio lungo tutta la sua altezza. I dischi a LED Modul R Project trovano spazio anche in quelle parti dell’atrio in cui per ragioni acustiche sono stati installati soffitti sospesi.

Si tratta di lampade in grado di funzionare tramite sensori luminosi che si attivano e regolano in relazione alla luce ambientale e in modo decentralizzato per i singoli gruppi di lampade.

Il dispositivo di controllo ha dimensioni ridotte grazie alla tecnologia “Wireless IQ“, un’interconnessione wireless sviluppata da Nimbus e basata sullo standard Zigbee. Questa soluzione mostra tutto il suo potenziale negli ambienti d’ufficio.

 

La luce si attiva automaticamente ogni volta che il sensore di presenza installato nelle lampade a soffitto Modul Q Project rileva l’ingresso di una persona. Le soluzioni di illuminazione si accendono quindi immediatamente e inviano un segnale radio tramite il sistema “Wireless IQ” alla lampada da terra “Force One Power” che si illumina fino al 50% del suo potenziale.

All’avvicinarsi del dipendente la lampada da terra regola la propria luminosità in relazione al livello di luce personale impostato. Grazie alla tecnologia radio integrata (Wireless IQ) e al sistema di sensori, le lampade a soffitto Nimbus possono essere inserite nei cosiddetti “gruppi virtuali” o “light clouds” a seconda degli specifici requisiti e dei profili di utilizzo. La possibilità di comunicazione tra soluzioni di illuminazione a terra e a soffitto è unica nel suo genere.

  

Se la luce ambientale si riduce oltre un certo limite, il sensore della lampada da terra rileva il cambiamento regolando di conseguenza la luminosità della stanza e controllando il gruppo delle lampade a soffitto. Il sensore di presenza rileva il dipendente al lavoro e l’illuminazione a soffitto viene quindi mantenuta a un livello costante.

Il dipendente può apportare i cambiamenti che desidera alle impostazioni di luminosità impiegando il pulsante presente sulla “Force One Power”. Tali modifiche vengono registrate anche dalle lampade a soffitto che adottano le impostazioni selezionate tramite la soluzione a terra. Il sistema di raggruppamento delle singole soluzioni luminose programmato grazie al software determina quale lampada comunica con un’altra a formare un “light cloud”.

Nimbus  Nimbus

La tecnologia “Wireless IQ” permette di abbandonare cavi e interruttori. Una luce completamente libera dalle installazioni elettriche si traduce nella possibilità di cambiare destinazione d’uso agli spazi o riorganizzare l’ambiente di lavoro in modo semplice ed economico. L’edificio non è ovviamente privo di interruttori. Tali dispositivi sono infatti impiegati nelle sale riunioni al fine di creare diversi scenari luminosi in occasione di presentazioni e al variare d’uso delle stanze. Si tratta tuttavia di interruttori che sfruttano lo standard Zigbee e non richiedono installazioni elettriche fisse.

UN INVITO AL MOVIMENTO

Questo spettacolare edificio dalla forma allungata può vantare un’altra caratteristica distintiva: è stato progettato per godere di un elevato grado di trasparenza. Lo spazio tra le fasce bianche degli imponenti soffitti è stato riempito impiegando il vetro, in linea con il desiderio del cliente di creare uno spazio aperto e comunicativo.

L’edificio commissionato dell’associazione degli imprenditori metallurgici non è infatti un semplice palazzo amministrativo. Tra le pareti divisorie in vetro trovano sì spazio aree adibite a uffici, ma l’intera costruzione è dedicata in particolare ad ospitare forum ed eventi, nonché a fornire ai propri membri sale riunioni e luoghi di consulenza.

Nimbus

Ecco perché è stata prevista un’ampia area vuota che penetra tutti i livelli, li connette tramite un’ampia scalinata e si sviluppa in un dinamismo affascinante. Tramite questo caratteristico spazio i visitatori hanno la possibilità di accedere alle spaziose sale conferenza al piano terra, alle sale multimediali più raccolte presenti nei piani superiori e ai vari uffici. In qualunque posizione si trovino, i visitatori possono ammirare la composizione dell’edificio mentre tra interno ed esterno emergono differenti prospettive visuali.

 

Share Button