Torna alle notizie della fiera

Euroluce 2017 Review – Design promenade, seconda puntata

Principali novità nei Padiglioni 13 e 15 – Euroluce 2017

Proseguiamo la Review della fiera dell’illuminazione Euroluce 2017.
Proponiamo in questo articolo alcune tra le più interessanti proposte delle aziende espositrici nei padiglioni tredici e quindici.

Visita le aziende dei padiglioni nove e undici >


Fabbian

Fabbian Euroluce 2017

Fabbian Illuminazione ha presentato una serie di nuove collezioni dove, assieme alla tecnologia e al design, ha cercato di stimolare la creatività dell’utilizzatore, offrendo delle nuove soluzioni alle comuni esigenze illuminotecniche.

Tra le collezioni presentate, troviamo Claque, serie di faretti ad alta performance disegnati da Marc Sadler. Olympic, una collezione di anelli circolari, firmati Lorenzo Truant, che emettono una luce diffusa e che grazie alla facilità di regolazione possono creare originali forme geometriche, nonché essere intrecciati tra loro. Lens, disegnata da Lucie Koldova, è una famiglia di sospensioni metalliche che grazie alle loro dimensioni significative riempiono grandi volumi, creando una piacevole luce diffusa e indiretta. Freeline, disegnato da Flynn Talbot, è un sistema modulare che permette di “trasportare” la luce in vari punti della stanza, a seconda delle esigenze. Si tratta di un sistema che funziona con binari intersecabili dove possono venire posizionati a proprio piacimento tre tipi diversi di punti luce: una sfera, una luce puntuale a spot e un riflettore di luce indiretta.

Linealight

Linealight Euroluce 2017

Elementi architettonici, design e aree verdi. Dietro alle pareti nere dello stand di Linealight si celava un concept che vedeva il prodotto protagonista, libero da ogni ambientazione, affinché come un’opera d’arte potesse essere soggettivamente interpretato.
Così si è deciso di interpretare il design tecnologico dei 6 prodotti di punta presenti ad Euroluce 2017. Il tema è stato affrontato estrapolando la principale caratteristica di ogni corpo illuminante per descriverne la sua totalità.  I prodotti sono stati installati in modo da valorizzare oltre che il design stesso, anche la componente materica, esaltata da installazioni che riconducono a forme senza però tradursi in significato.  Sono così nati ambienti dalle forme iconiche, caratterizzate da elementi puri, che assecondano e contemporaneamente esaltano le linee minimaliste dei prodotti.

Questi ambienti presentavano 5 prodotti della collezione Material & Design Lighting: Mongolfier, Monarque, Diphy, Oxygen e Flurry in versioni inedite, con nuove finiture, dimensioni e forme. Insieme a loro Tour, presentata per la prima volta proprio a Euroluce. Euroluce ha visto anche una piccola preview della nuova collezione professionale, come i piccoli segnapasso Dot e Laella insieme ad alcuni prodotti per l’architainment come le barre Archiline RGBW.

Leucos

Leucos Euroluce 2017

Leucos si presenta a Euroluce 2017 nella sua nuova veste, molto più eclettica e contemporanea grazie all’influenza dell’attuale presidente Riccardo Candotti, che con un background nel mondo del fashion ha saputo dare il suo tocco personale sia ai nuovi prodotti che alla progettazione dello stand. Uno spazio scenografico incentrato su un prodotto: TRIGONA, magica lampada a triplo vetro e triplo circuito LED vincitrice del Wallpaper Award 2017. Le nuove proposte LEUCOS: una nuova composizione di lampade tubolari VOLTA e  l’elegante IXI-O, quest’ultima presentata in versione a doppia accensione integrata con anelli luminosi LED intorno ai tubi in vetro borosilicato metallizzato.

L’inimitabile lampada da tavolo in legno LEVA, disegnata da Massimo Iosa Ghini nel 2012, dalle linee pulite ed essenziali, viene presentata nelle nuove essenze palissandro, noce canaletto, faggio sbiancato e mogano, con nuovo potente circuito LED e speciale interruttore brevettato a dimmerazione programmata. L’iconica AELLA da tavolo in vetro soffiato con supporto in metallo di Toso & Massari 1968 è ora proposta in cinque nuove dimensioni compatte combinabili in vari colori, dai vetri soffiati sfumati alla veneziana a quelli pulegosi e anticati, con basi in metallo cromo, canna di fucile, oro e rame.

Oluce

Oluce Euroluce 2017

In occasione di Euroluce 2017, Oluce racconta sé stessa e la sua nuova collezione, orchestrando da un lato una mise-en-scène firmata da Ferruccio Laviani, elegante, intima e accogliente, dall’altro, una vera e propria narrazione stilistica e temporale. Protagoniste indiscusse dello scenario, le lampade di Oluce definiscono quest’anno una storia, estetica e cronologica, sviluppandosi come una narrazione temporale che lega senza soluzione di continuità passato, presente e futuro. Oggetti disegnati da mani differenti, espressioni di culture ed epoche diverse, il tutto legato dall’inconfondibile stile dell’azienda che farà da fil rouge tra passato, presente e futuro per tutta la collezione.

Partendo dalla contemporaneità, la famiglia Plume, la lampada da parete e soffitto Berlin, il progetto da outdoor Niwa e la lampada da tavolo Cylinda; si guarda poi verso il passato, con gli anniversari di Atollo, Lyndon e Coupé. Verso il futuro, attraverso le nuove famiglie e i prodotti disegnati da Mariana Pellegrino Soto – Alba e Recuerdo – e Francesca Borelli – Eva – , due giovani studentesse dello IED – Istituto Europeo di Design della sede di Roma.

Martinelli Luce

Martinelli Luce Euroluce 2017

A Euroluce 2017 sono state presentate diverse nuove proposte. Alcune delle quali: Loop, Mamba, Lent, Coassiale, Modena, Calabronet. Contemporaneamente anche le versioni della lampada Pipistrello di dimensioni intermedie e la Minipipistrello “cordless”.

Non mancano ovviamente anche i pezzi storici del marchio: Cobra ed Elmetto di Elio Martinelli,  Lunaop, Maggiolone in un nuovo diametro, Calabrone di Emiliana Martinelli, lampada a sospensione e da terra che ha ottenuto l’IF design award 2016.

 Biconica Pol, by Emiliana Martinelli, lampada adatta sia per interno che per esterno, Ciulifruli lampada outdoor dello studio 5+1AA e Emiliana Martinelli e TX-1 di Marco Ghilarducci. Destinata a diventare un “classico” contemporaneo, Elica di Brian Sironi, una lampada premiata con il Compasso d’Oro nel 2011, caratterizzata dall’originalità dell’accensione e dell’orientamento della fonte luminosa, è prodotta in due dimensioni. La Fluida di Studio Natural, lampada scenografica, che ha ottenuto la menzione d’onore al Compasso d’Oro nel 2016, valorizza lo spazio dove viene collocata e continua a destare stupore per le innumerevoli configurazioni che la sua flessibilità le consente di assumere.

Hoop di Adolini+Simonini Associati, duo italo-brasiliano che collabora da tempo con il marchio, è invece un esempio di pulizia formale e versatilità d’uso, dallo spirito giovane come i due designer che l’hanno pensata e progettata.
Tra le icone del design contemporaneo Cyborg di Karim Rashid, un segno forte che esprime tutta la creatività del suo designer e che si illumina con la dolcezza di una carezza. LED+O di Studio Natural, premiata con l’IF design award 2017, manifesta la ricerca applicata da Martinelli Luce nell’utilizzo dei Led nelle lampade a parete, attraverso un design essenziale che mantiene inalterata la suggestione della forma.

Prandina

Prandina Euroluce 2017

Le nuove collezioni Prandina, esposte a Euroluce 2017, esplorano il mondo della tecnologia Led con un approccio spiccatamente creativo, mantenendo al contempo una forte identità di immagine. Le più recenti innovazioni tecnologiche, incontrando materiali come il vetro e il metallo, spingono l’immaginazione verso una ricerca di forme e soluzioni inedite.
Da questo processo di ricerca e sviluppo nascono le nuove collezioni LANDING, LED MACHINE e SEGESTA, mentre collezioni già esistenti si sviluppano e si espandono con nuove interessanti aggiunte.

La vasta collezione Landing si compone di sette modelli a sospensione e una versione da tavolo. I materiali impiegati sono vetro, metallo e metacrilato. Concepita in un’ottica di risparmio energetico, l’intera collezione è dotata di moduli Led integrati di ultimissima generazione. Lo studio della luce, sia diretta che indiretta, rende Landing utilizzabile sia in ambienti privati che in aree di comuni.

Il design rigoroso di Led Machine scandisce i tre modelli che compongono questa famiglia. Una versione a sospensione, una piantana da terra con doppia fonte luminosa dimmerabile (luce diretta ed indiretta) e una declinazione particolare che unisce il concetto di saliscendi attraverso un meccanismo di scorrimento con fissaggio a soffitto.

Le lampade a sospensione Segesta in vetro soffiato sono caratterizzaea da un elemento circolare in metallo che ne esalta le forme eleganti.


 

Share Button