Eletto il Consiglio Direttivo ASSIL per il biennio 2018-2020

Massimiliano Guzzini confermato alla guida dell’Associazione Nazionale Produttori Illuminazione, che rappresenta in Italia e nel mondo l’industria nazionale dell’illuminazione

Massimiliano Guzzini, Vice Presidente e Business Innovation & Networking Director di iGuzzini Illuminazione SpA, è stato confermato alla presidenza di ASSIL – Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE – in occasione dell’Assemblea dei soci che si è
svolta oggi a Milano. Insieme a lui sono stati confermati i consiglieri Roberto Barbieri (Osram SpA), Aldo Bigatti (Gewiss SpA), Carlo Comandini (Vossloh-Schwabe SpA), Dante Cariboni (Cariboni Group SpA) e Antonio Di Gangi (DGA Srl), ai quali si affiancano tre nuovi ingressi: Roberto Brambilla (Signify Italia), Paolo Di Lecce (Reverberi Enetec Srl) e Isacco Neri (Neri SpA).

La conferma di questo incarico, con validità fino alla primavera del 2020, consentirà alla presidenza Guzzini di proseguire nell’impegno di portare ASSIL a svolgere un ruolo sempre più attivo in Italia e in Europa e dare continuità alle direttive principali che hanno guidato il primo mandato, in particolare il rafforzamento della partecipazione attiva alla definizione delle normative nazionali ed internazionali e la maggiore attenzione al mercato, ai trend e ai temi dell’innovazione.

“Ringrazio l’Assemblea per questa prestigiosa conferma – ha dichiarato Massimiliano Guzzinigrazie alla quale proseguirò nel percorso intrapreso di contribuire attivamente alla definizione in Italia e in Europa di normative che colgano le opportunità di sicurezza e performance rese disponibili dalle nuove tecnologie. La sempre più rapida trasformazione tecnologica e i crescenti investimenti in ricerca sviluppo impongono un cambio di passo per molti dei nostri associati ed in particolare per le piccole e medie imprese. Attraverso la partecipazione fattiva all’Executive Board di Lighting Europe, l’associazione europea che determina le linee guida per l’evoluzione dell’industria dell’illuminazione, siamo determinati a rappresentare adeguatamente i legittimi interessi del comporto italiano, secondo produttore europeo dopo la Germania. Grazie alla collaborazione con le Istituzioni e alle sinergie con associazioni di comparti collegati, intendiamo creare un sistema in grado di sostenere i nuovi trend tecnologici come IoT, trasformandoli in motore per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese.”

L’avvio del secondo mandato della presidenza di Massimiliano Guzzini si colloca in un quadro economico di sostanziale stabilità. Secondo i dati ISTAT elaborati dal Servizio Centrale Studi Economici di Federazione ANIE, nel 2017 il fatturato dell’industria l’Illuminotecnica italiana, pari a 4,3 miliardi di euro, risulta essenzialmente invariato rispetto all’anno precedente. Questo andamento è frutto di tendenze contrastanti rilevate sul fronte domestico e su quello estero.

 

Nel 2017 la domanda nazionale rivolta al comparto ha mostrato un andamento più debole rispetto al 2016 pari al -1,4 per cento. Guardando al canale estero, l’Illuminotecnica italiana ha registrato una crescita delle esportazioni pari al 2,8 per cento. Opportunità di crescita sono state colte dalle imprese sia in ambito europeo sia nei principali mercati extra UE. Quest’ultima area ha registrato un tasso di sviluppo più dinamico della media, beneficiando soprattutto dell’incremento delle vendite estere rivolte al continente asiatico e africano. In linea con la tendenza positiva già mostrata nel biennio precedente, ha registrato un incremento anche la domanda proveniente dall’Unione europea, che rappresenta il primo mercato di destinazione di tecnologie per l’Illuminazione con una quota vicina al 70 per cento sul totale esportato.

Più in generale, all’interno dell’industria Illuminotecnica prosegue il percorso di rinnovamento dell’offerta all’insegna delle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie e dalla crescente interconnessione, acquisendo fra l’altro i prodotti di Illuminotecnica un ruolo inedito come infrastrutture di trasmissione dati.

Share Button