Cersaie 2018 scalda i motori

Avviati i lavori per i nuovi padiglioni del quartiere fieristico. Un nuovo manifesto sul bagno; confermato il programma culturale Costruire Abitare Pensare

Architettura e design saranno protagonisti anche di Cersaie 2018, che si terrà a Bologna dal 24 al 28 settembre prossimi. A 7 mesi dall’apertura della fiera, sono già tante le novità che gli espositori ed i visitatori della 36° edizione potranno ammirare e vedere. A partire dal grande interesse degli espositori per il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, i cui spazi espositivi sono già stati riconfermati per la quasi totalità.

Sono stati avviati gli importanti lavori di restyling del Quartiere Fieristico di Bologna: Cersaie sarà la rassegna fieristica internazionale che inaugurerà i nuovi padiglioni 28, 29 e 30, a seguito della demolizione dei preesistenti e della costruzione ex novo di spazi espositivi dal grande pregio architettonico che – rispetto al passato – vedranno anche un aumento della superficie a disposizione degli espositori. Tre nuovi padiglioni che hanno portato ad una ridefinizione degli spazi merceologici, tale da consentire di rendere contigui i padiglioni dedicati all’arredobagno e di compattare intorno alla Città della Posa gli espositori dei settori a questa affini, migliorando la fruibilità e l’orientamento del Quartiere Fieristico.

Il Manifesto di Cersaie 2018 è stato realizzato da un team di studenti dell’Accademia di Brera – Progettazione artistica per l’impresa, composto da Naima Annoni, Enrica Caiello, Riccardo Piovesan e Maria Cristina Ziviani. L’immagine da loro ideata, dal titolo Scacco bagno, è stata scelta tra i 43 bozzetti partecipanti dell’8° edizione del Concorso Beautiful Ideas ed è la rappresentazione di come si può giocare con l’ambiente dedicato alla cura di sè: il manifesto diventa una composizione iconica di sanitari e piastrelle dove i sanitari diventando le pedine di una partita nelle mani di chi sapientemente arreda l’ambiente bagno facendo le sue mosse.

Si conferma anche quest’anno il programma culturale “Costruire Abitare Pensare” che porta ogni anno a Bologna i più grandi nomi nel panorama dell’architettura internazionale. Tutto il mondo della posa italiana e internazionale sarà protagonista – durante i cinque giorni di Cersaie – nella Città della Posa, situata all’interno dell’Area 49, dove si svolgeranno – tra le altre iniziative – dimostrazioni di posa live. Verranno, infine, incrementati i Cafè della Stampa, le conversazioni di architettura e design realizzate con primarie testate italiane.

Rappresentatività ed internazionalità sono i tratti salienti di Cersaie, che anche nel 2017 è stato l’evento commerciale e culturale di riferimento, a livello mondiale, per i comparti della ceramica, dei rivestimenti in genere e dell’arredobagno. Cersaie 2017, grazie alla crescita della partecipazione sia di operatori esteri che italiani, ha raggiunto le 111.604 presenze con un incremento del 4,7% rispetto all’edizione 2016. Segno positivo sui visitatori, sia italiani (+5,0%, per un totale di 58.422 presenze) che esteri (+4,3% per 53.182 presenze), provenienti pressoché da tutti i paesi del mondo. 869 gli espositori presenti a settembre 2017, provenienti da 41 paesi dei cinque continenti.

Share Button