34° edizione del Seminario di Previsione CSIL

focus-seminario-di-previsione-csil_relatore-federico-broccoli-di-biesseSi è tenuta a Milano il 25 novembre 2016 la 34° edizione del Seminario di Previsione CSIL di fine anno per la presentazione dei due Rapporti: World Furniture Outlook 2017 e Rapporto di Previsione sul Settore del Mobile in Italia, 2017-2019, con la partecipazione di un panel di dieci relatori e di un pubblico qualificato in rappresentanza del mondo delle imprese, delle associazioni, di istituzioni pubbliche e private, fiere, università, operatori del sistema mobile-arredamento, economisti e stampa specializzata.

World Furniture Outlook 2017 contiene dati analitici sull’industria del mobile e previsioni sulla crescita della domanda di mobili nel 2017-2018 in 70 paesi, di cui: 35 paesi europei, 15 paesi dell’Asia e del Pacifico, 12 del Medio Oriente e dell’Africa, 3 del Nord America e 5 del Sud America.

Il Rapporto di Previsione sul Settore del Mobile in Italia fornisce un quadro aggiornato e dettagliato delle prospettive dell’industria e del mercato italiano dell’arredamento mettendo in luce sia gli eventuali elementi di rischio che le possibilità offerte dallo scenario futuro. Lo studio include un’analisi per il settore del mobile nel suo complesso e per i seguenti comparti: mobili imbottiti, mobili per la cucina, mobili per la casa e per l’ufficio con dati preconsuntivi per il 2016 e previsioni al 2019 per produzione, export, consumo interno e importazioni.

Leggi le previsioni contenute nei due rapporti >

previsioni-2017_relatore-sara-colautti-di-csilLa seconda parte dell’incontro CSIL ha ospitato il Focus di approfondimento sul tema: ‘Dalla fabbrica digitale alla città intelligente. Creatività e tecnologie nella quarta rivoluzione industriale’.

Si è parlato di sistemi di automazione e di software di dialogo nella fabbrica interconnessa 4.0, del ruolo dell’IoT (Internet of Things), del valore del progetto e dei nuovi paradigmi progettuali per l’uomo e l’ambiente nella città intelligente. I relatori hanno offerto una riflessione puntuale e approfondita sull’impatto che la quarta rivoluzione industriale sta avendo sul tessuto produttivo e sui consumi in termini di formazione, incremento dei livelli di produttività e di efficienza, maggiore competitività e nuovi modelli di business che vanno affermandosi nell’industria italiana e nel retail.

L’industria 4.0 è un concetto che si applica a molti ambiti e competenze diverse. Per l’industria italiana la cultura 4.0 è un passaggio fondamentale per poter aumentare il proprio livello di competitività a livello nazionale e internazionale.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>